mercoledì 29 luglio 2009

äl rôd de' Bulogn

A Bologna , non c'è bisogno di dirlo ;-), dire "ruote" vuol dire Ducati.
Quelle che ho avuto il piacere di incontrare questo fine settimana, sono le ruote di Fabio Ognibene .
Fabio è già da un po' di tempo che aveva fra le mani questa moto e ha passato con lui molte avventure.
Attraverso impegno, perseveranza e molte ore spese nel suo garage a superare le varie difficoltà ed imprevisti che questo genere di progetti, partoriti ed rielaborati nella testa e non nella carta con schizzi e calcoli precisi, Fabio ha poi deciso di plasmare e trasformare questo suo sogno in realtà.
Purtroppo o per fortuna , come avviene per tutti i bei sogni, ogni qualvolta riusciamo a realizzarli , già in testa ne abbiamo un altro pronto a germogliare e a prendere il posto del precedente.
Fabio ha giurato che di questa sua prima Cafe non se ne separerà, ma già i suoi occhi brillavano di una verde scintilla per un Kawasaki d'occasione , una vera occasione, su cui mettere mano e fare altri pensieri "impuri" per una nuova sguaiata rumorosa Cafe Racer.

Da oggi quindi c'è un nuovo "Cafe Racer" in città e se volete un "ferro" come si deve, non avete che da contattarlo , perchè questo suo nuovo hobby sembra gli sia piaciuto molto, anzi parecchio ;-) e gli ottimi risultati sono sotto i vostri occhi.












by ON

6 commenti:

PierFrancesco ha detto...

Mooolto bella complimenti!!
Mi piace il codino e il serbatoio superlativo!!

Il Nipote ha detto...

Bellissimo racconto e quanta invidia..

Però, non essendo particolarmente sveglio, non ho capito con cosa l'hai fatto.
Con la Sportclassic che si vede in foto, giusto?

Io l'adoro, la GT1000 sarebbe un bel sogno...

Otto Nero ha detto...

Carissimo Nipote.... ;-)

La moto non è mia , per il momento non posso darti altri particolari, Fabio dovrebbe inviarmi in questi giorni una descrizione dettagliata della moto e modifiche , appena ne sarò in possesso la pubblicherò a corredo delle foto.

Enrico ha detto...

La moto era (e sottolineo ERA) una bellissima Ducati SS900 del 95 o giù di lì.

Provo un religioso rispetto per queste moto, e vederne una ridotta così mi mette solo tristezza, mi dispiace.

Davide Caforio ha detto...

grande Fabio, la moto è riuscita veramente bene. complimenti!

Mark76 ha detto...

Complimenti Fabio.....dal vivo è ancora meglio che in foto!!!!