martedì 31 agosto 2010

L'altra metà della mela

Alberto mi invia una bella lettera piena di affetto e devozione verso la sua compagna Luisa, con cui assieme condivide la passione della moto.

Una fortuna , che non a tutti i biker capita di avere .

E anche se molti non lo ammettono e volgono sempre sguardi incuriositi al passaggio di una ragazza in moto e "mascolini" commenti , in realtà alcuni di loro non desidererebbero altro che poter vivere intensamente insieme alla loro compagna questi unici e irripetibili momenti della loro vita .



"...Luisa vive il motociclismo con genuinità, sacrificio e passione, una vera
motociclista insomma che percorre migliaia di km all'anno attraverso passi
dolomitici, le morbide e vicine colline del Garda, o semplicemente per
raggiungere il posto di lavoro....."


"...La sua Triumph Thruxton rispecchia lei, e la sua volontà di comunicare la sua
personale "visione" del motociclismo, una passione creata e costruita dalla sua
volontà di vivere e condividere con me le sensazioni ed i sentimenti che la
libertà di una due ruote può trasmettere.

...... è stata scelta e "modellata" in base allo stile delle bike
racer che orbitavano, e vivono tutt'ora, attorno al cafè motociclistico più
famoso del mondo, l'ACE, uno stile essenziale ma grintoso ricoperto dal colore
simbolo della passione, una moto genuina e generosa, una caffettiera stilosa
che regala nell'utilizzo un gusto vero da moto di un tempo......"





Alberto infine conclude dicendo che è certo che la passione sia donna e questo doni a loro una marcia in più consentendo quindi a Luisa ad essere la più "ispirata", capace di coinvolgerlo e travolgerlo nel loro rapporto motociclistico.

"Platone diceva che le anime gemelle sono rarissime da trovare perche' divise a meta' come una mela alla nascita, per quanto si cercasse di trovare l'altra meta' mancante...c'era sempre qualche lato che non combaciava...perche' tutte erano simili ma nessuno rappresentava la meta' perfetta..."

....ma forse perchè ai tempi di Platone le motociclette ancora non esistevano.

1 commento:

zanna ha detto...

Grazie Stefano, anche a nome di Luisa! A presto!