Moto Gippì

Motogippì,
altro luogo,altro pianeta .
Oramai alieno bordello , opulento e sfacciato.
Piloti oramai ridotti a pannelli pubblicitari ambulanti e a testimonial più o meno convinti e convincienti , schiavi timorosi, appena inquadrati dalle telecamere, di offrire alla migliore inquadratura, cappellini , occhiali , beveroni e leccalecca in tutti i posti e pertugi .
Gomme , telai , elettroniche in equilibri ed equilibrismi fragili e sottili.
Bello , ma oramai lontano.
Diventa così poi non tanto strana ,quella piacevole sensazione che ci prende e avvolge ogni qualvolta ci troviamo di fronte una situazione "diversamente" meno ricca ,di tutto quello che è superfluo e inutile.
Niente sponsor arroganti, niente manager lagnosi o ingegneri petulanti con il portatile incollato all'avambraccio , niente box immacolato e tutine griffate,...........solo tanta genuina "passione".

:-))

Commenti

  1. Sei solo un vecchio nostalgico.:-))))))

    Cerca di essere al passo con i tempi , il dio denaro ha ormai avvelenato tutto. ;-)

    RispondiElimina
  2. Forse hai ragione tu, meglio che esca a prendere una boccata d'aria , ma con questo sole mi metterò i miei occhiali da sole "Arnette" ,poi tranquillo, mi incamminerò vero i giardinetti pubblici succhiando il mio "Ciupaciupsss" e seduto su una panchina mi sbronzerò con il "Red&Bull". :-)

    RispondiElimina
  3. Al parchetto ricordati le "Rizla"... ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento