mercoledì 30 marzo 2016

"Black Cherry" / South Garage Motor Co.











 ..."Abbiamo immaginato la messa in scena di un probabile “KILL BILL 3”, girato ai nostri giorni in cui la protagonista non è Beatrix kiddo (Uma Thurman) bensì NIKKI, figlia di VERNITA GREEN che cercherà vendetta per la morte della madre. Di qui il nome della moto ”CILIEGIA NERA” (Nikki è una succosa ragazza di colore) che appunto identifica il concetto della vendetta “non della sposa” bensì “contro la sposa” ad opera della mano nera di Nikki.
I colori volevano ispirarsi fortemente al mood tarantiniano di kill bill, con il nero sinonimo di forza e aggressività generati dal desiderio di vendetta e una rivisitazione del “giallo” con la foglia oro. In questo caso è una licenza poetica che abbiamo voluto prenderci in quanto “non riusciamo a fare cose banali, ma soprattutto secondo la nostra logica le finiture e i materiali devono essere del miglior livello possibile.
In quanto a segmento stilistico, la moto doveva ispirarsi alle “moto short track” che generalmente si guidano di traverso nei circuiti ovali di terra battuta. Questo poiché doveva essere una moto alta, leggera, maneggevole, versatile e snella in quanto la sceneggiatura del film implica scene d’azione in cui “il mezzo viene messo a dura prova in contesti differenti dai marciapiedi dei quartieri urbani allo sterrato dei boschi. Per rendere possibile tutto ciò sono stati necessari interventi tecnici di non poco conto:
- Piastre di sterzo in alluminio CNC per dare maggiore rigidità e possenza all’avantreno.
- Ammortizzatori posteriori con doppia molla progressiva più alti di 20 mm
- Gomme semi-Tassellate a mescola morbida con profilo alto e spalla larga
- Manubrio con piega da short track , per agevolare la manovrabilità con la moto in derapata
- Pompe freno radiali da 19mm con tubi aereonautici in treccia d’acciaio per alimentare la pinza Brembo e potenziare la forza e la sensibilità della frenata.
Per quanto riguarda il resto degli accessori si è voluto scegliere un design minimalista in cui le funzionalità non vengono limitate e/o compromesse ma di fatto non sono evidenti:
- Strumentazione con km, contagiri e spie incassate nel riser
- Frecce incassate nel manubrio (per evitare sporgenze)
Sono stati aggiunti degli accessori legati alle esigenze sceniche come ad esempio “catana”, “shuriken”, “nunchaku”, che in ogni caso sono stati installati sulla moto con supporti in alluminio dal pieno disegnati e costruiti “ad hoc” con gli stessi criteri funzionali e strutturali delle componenti tradizionali (alta durata e resistenza alle sollecitazioni rendendo in ogni caso l’accessorio amovibile).
Per quanto riguarda materiali e finiture, come da nostra tradizione abbiamo utilizzato il massimo livello qualitativo oggi sul mercato:
- anticorodal lavorato al CNC
- pelle di vitello primo fiore cucita a mano
- verniciature in triplo strato di trasparente con applicazione di foglia oro.
- Scarico 2 in 2 in acciaio completamente saldato a mano da Fabrizio Fresco
- Borsa/zaino “Campomaggi” in pelle e canvas idrorepellente, con innesti e supporti rapidi"...







- Black Cherry

2 commenti:

  1. più che kill bill, la vedo bene come moto per la ragazza di colore di the walking dead che come il cooprotagonista che tiene la balestra in moto, lei ha la spada.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina