venerdì 30 giugno 2017

Benelli 354 Sport Resto-Racer / Plan B Motorcycles’





Benelli 354 Sport Resto-Racer  - Plan B Motorcycles’

- " Cominciamo a dire che questo non è un restauro, e non è una replica. Né un omaggio nel senso stretto del termine. si tratta di più di una celebrazione di un' auto molto importante e iconica, la Ferrari 512M Endurance, una pietra miliare nella tecnologia delle corse, proiettata nel mondo delle due ruote.


Il punto di partenza è un Benelli 354 sport, una moto italiana per celebrare un'auto italiana. Solo una punta di patriottismo ogni tanto non è poi così male.

La moto era in condizioni abbastanza buone per essere onesti, ma ferma in un garage polveroso da quasi vent'anni.
Il 354 ha un telaio piccolo e anche abbastanza leggero per l'epoca, ma il motore non è mai stato prestazionale neanche da nuovo, ora è semplicemente senza speranza ...

Quindi, prima ancora di avviare il progetto, tutto il blocco è stato sostituito con uno da 500cc, quasi il doppio della potenza e molta più coppia, montato in un telaio più piccolo e leggero, facile!


In realtà metà telaio, perché per rendere le cose più interessanti l'intera parte posteriore è stata tagliata, la configurazione classica a doppio ammortizzatore sostituita da un mono completamente regolabile costruito su misura da Gears Racing e un nuovo telaietto in alluminio è stato imbullonato per sostenere la piccola coda, la batteria al litio e la scatola dei fusibili.

La testa del motore è stata flussata e lucidata un po', nessuna pretesa di fare miracoli in quanto cavalli, ma solo per far respirare meglio il motore.
Puntine e condensatori originali sono stati elimiati in favore di una nuova accensione elettronica Dynatech di derivazione Honda. Questo ha aggiunto letteralmente un po 'di "scintilla" a tutta la costruzione!

Per adeguarsi alla sospensione posteriore, tutto l'avantreno è stato sostituito con quello di una Buell m2, poi lucidato e ripulito da tutti gli attacchi inutili.
Il grosso disco da 340mm con la pinza a sei pistoni si adatta perfettamente alle ruote da 18", che a questo punto sono l'unica cosa rimasta della moto originale, poi dotate di un paio di pneumatici Avon realizzati appositamente per le corsa d'epoca.


Quattro carburatori a valvola piatta con cornetti su misura lavorano insieme al nuovo sistema di scarico. Un inusuale 4in1in2in4 con quattro silenziatori HP-Corse hydroform, il tutto rivestito con un trattamento ceramico bianco. Niente fa più anni 70 di così!



Anche tutta la carrozzeria ricorda le moto da corsa degli anni '70 ed è fatta miscelando materiali e tecniche diverse.
Il serbatoio è in acciaio da 0,8 mm, con due grandi finestre sui lati per tenere d'occhio il livello del carburante.
la coda e la parte superiore della carena sono in fibra di vetro, mentre la vasca, le prese d'aria sui fianchi e fondamentalmente tutto il resto che stà sotto è fatto in alluminio.



Lo strano manubrio aiuta ad avere un po' più di spazio sul piccolo telaio, permettendo al pilota di appoggiarsi più sul serbatoio e spostare il peso ulteriormente sulla parte anteriore della moto.
Il manubrio, insieme alla piastra superiore, costituisce un cruscotto abbastanza pieno, che integra le spie e tutti i comandi della moto, completato da due strumenti, solo l'essenziale, un contagiri classico veglia-borletti e un cronometro maccanico comandato elettricamente direttamente dal manubrio, per tenere traccia del "tempo sul giro" in modo elegante, anzi direi "classy as fuck", sia sul circuito che sul tragitto quotidiano da casa-lavoro.
Sì, perchè il 512m è una moto stradale, e per questo anche il cavalletto laterale è azionato elettricamente ed è nascosto all'interno della vasca in alluminio.
Non c'è un vero motivo tecnico per questo, diciamo che stà a metà strada tra una scommessa tra amici e un po' di "wow-factor" aggiunto ...

Alla fine il Benelli 512M è probabilmente un modo per dimostrare che è ancora possibile costruire motociclette custom al di fuori delle solite cafè racer o scrambler, celebrando il passato sperimentando qualcosa di nuovo con forme, linee e congegni elettronici." -




























- Plan B Motorcycles’

Nessun commento:

Posta un commento