lunedì 24 luglio 2017

Z400 "Arthur" / Matteucci Garage






Una splendida Kawasaki Z400 realizzata da  Marco Matteucci per il proprio figlio , dalle linee retrò , ma molto ...rock’n roll !

----

- " E’ da qualche anno, cioè da quando ho iniziato a dare sfogo a questa mia passione, che mio figlio Leonardo mi segue a distanza ravvicinata. Spesso l’ho avuto vicino in alcuni eventi espositivi ma niente più. Come fulminato sulla via di Damasco, qualche mese fa mi dice: “abbandono l’auto e vorrei una moto. Solo la moto”. Perplesso e stupito decido di assecondarlo e non nascondo che vederlo avvicinarsi alle due ruote mi rende felice. Vederlo cimentarsi al mio fianco per costruire il suo nuovo mezzo… ancora di più. Lui è stato sempre un tipo semplice, anticonformista, fuori dal coro e con una spiccata personalità. Amante delle cose semplici, pratiche e nostalgico dei tempi che per la sua giovane età non ha vissuto. Parte così il progetto “Arthur”. Su base Kawasaki Z400 abbiamo deciso di ricalcare le linee semplici degli anni ’60 con una piccola moto agile ed essenziale in puro spirito rock’n roll. Spogliata di tutto e senza grosse modifiche strutturali, Arthur ha un carattere agrodolce caratterizzato dalla colorazione in nero e un effetto acciaio spazzolato, sempre ottenuto in verniciatura. Il serbatoio del GT380 detta le linee completate dal sellino monoposto in pregiata pelle di cervo americano e spazzolato a mano per l’effetto invecchiato. Il manubrio da flat track gli conferisce una guidabilità agile ed estremamente leggera, ideale per scorrere nel traffico di tutti i giorni. Filtri aria in alluminio ricavati dal pieno sono una variante dei classici connetti ma con un design personale. Gli scarichi sono il classico in assoluto mentre in parafango posteriore è predisposto per sostenere il secondo sellino passeggero. infine i pneumatici semi tassellati classici donano un aspetto di moderata aggressività e rendono la moto predisposta ad andare fuori dagli schemi… o dalle strade. Comunque oggi vedo Leonardo viaggiare sorridendo, entusiasta di questa nuova libertà. Chissà se passata l’estate la passione sarà più forte del freddo." -








- Matteucci Garage

Nessun commento:

Posta un commento