lunedì 28 gennaio 2008

Miscela "Aurelica"

E' una miscela che si trova "solo" in Abruzzo :-)
Una terra l' Abruzzo , assieme al Molise e alla Basilicata , in cui io , e mi vergogno un po' a dirlo , non ho mai messo piede, se non di passaggio .
Perciò mi ha piacevolmente sorpreso ,conoscere appassionati ,volenterosi e tosti CafeRacer che provengono da qua.
Penso , che ci farò presto o tardi un giretto e che visto anche l'aspetto morfologico del paesaggio , devono esserci dei luoghi dove trovare tante belle strade da percorrere "Allegri&Sereni" ;-)

Aurelio ha una sua "miscela speciale" una ricetta personale per fare delle belle CafeRacer.
Ecco quindi, alcune foto delle sue special CafeRacer , modificate dice, nel suo "micro garage" .
Il Garage , sarà pure piccolo , ma le special realizzate sono davvero entrambe deliziose e grintose.
La prima, una Honda denudata.



Una StreetCafe , o come la si voglia definire, non ha importanza, l'importante è che è realizzata con quel bel gusto "italiano" inconfondibile , fatto di eleganza e grinta, privo di quegli eccessi Americo-Alemmanni piuttosto pacchiani.



E' dipinta di un bellissimo colore bronzo(?) chiaro ,accompagnato da un bel rosso emoglobinico , pulsante di passione che ravviva e incattivisce la moto.
Un codino minimalista in stile vintage spara in alto il posteriore ,componente questo, forse un po' offuscato dal sinuoso scarico periscopico,a sua volta impreziosito dall'Exhaust Wrap.
Ricercato ed elegante il logo sul serbatoio raffigurante la Croce Patente o di Ferro.

L'altra special è una genuina Kawasaki CafeRacer anni '80 , nel classico verde d'ordinanza della casa.


Salta subito all'occhio e la rende "unica" ,il simpaticissimo , originale figurino di silhouette femminile in metallo cromato , posto sulle fiancatine.
Palpebra cromata sul faro e tabelle portanumero in tinta .
Una sella monoposto autocostruita(?) completano questa intrigante CafeRacer.


caferacer - cafe racer - cafè racer

3 commenti:

Rocket68 ha detto...

Vista la honda Cappuccino racer tempo fa su Racer , poca spesa tanta resa!

Otto Nero ha detto...

Prima lo acquistavo più spesso Racer , poi sarà l'effetto WEB , ma mi sembra non ci siano più molte moto come piacciono a me.

Quella di Aurelio me la sono persa.
Per fortuna seguiva anche lui il blog e mi ha permesso di postarla.

Racer è diventato come una che si fa la "plastica" Gonfio di un sacco di cose poco utili ( e le pagine non sono tante ..) e poco genuino.
Gli mancano a mio avviso "Storie Vere" che raccontano passo passo lo sviluppo della moto.
Una rubrica che illustri come si autocostruiscono le cose da soli .

....vabbè , tanto c'è il webbe ;-)

aurelio ha detto...

concordo perfettamente con otto nero....
"racer" è una rivista e per rimanere in vita si deve adeguare alle solite leggi del mercato...
quando però è nata... (con "cafè racer"), è stato per noi appassionati "particolari" una specie di consacrazione per quelle moto "bastarde", che dalle cantine si ritrovano per pochi secondi in vetrina....
un pizzico di orgoglio, di considerazione e poi via nei nostri gelosissimi garage e guai se non fosse così!!
vai otto continua con il tuo lavoro che noi siamo contenti !!!
ciao